Corporate Challenge2015/2016
(Maschile)
Calcio a 7

CORPORATE CHALLENGE 2015/2016

Archivio news 25/04/2016

GIRONE D Silver - 6a giornata

Servizio di Unione Penalisti - Generali


Bardelli condanna Unione Penalisti

Generali e il suo tornado forza otto

GIVE ME FIVE Luca Bardelli manda in orbita Generali: una cinquina nella vittoria decisiva sull'Unione Penalisti, ora i playoff

 UNIONE PENALISTI – GENERALI      1-8   

RETI: 3’ Bardelli (G), 6’ Bardelli (G), 11’ Gerunda (U), 11’ Amodio (G), 18’ Di Lorenzo (G), 2’ st Cristanziani (G), 4’ st Bardelli (G), 17’ st Bardelli (G), 20’ st Bardelli (G).

UNIONE PENALISTI: Mezzanotte 6.5,  Nicolò 5.5 , Pirro 6, Marra 6.5, Gerunda 6.5, Picotti Matteo 5.5, Picotti Emanuele 5.5, Malvezzi 5.5.

GENERALI: Arcuri 6, Amodio 7, Cristanziani 6, Appiano 6, Morandotti 6, Borsuk 6.5, Romani 7,  Bardelli 8 , Cibin 6, Di Lorenzo 6.5. All. Pucciarelli 6.5.

AMMONITO: Picotti Matteo (U).

 

CRONACA

Partita senza storia vinta in maniera netta e convincente da Generali contro la formazione dell'Unione Penalisti. Nell’ultima giornata del girone D silver del torneo aziendale più importante di Milano, il Corporate Challenge, l'Unione Penalisti già eliminata e ancora a zero punti in classifica fanno da comparsa nella scorpacciata di gol messa a segno da Generali, utili per aver la certezza di poter proseguire il cammino nella competizione. Bastano pochi minuti a Generali per sbloccare la gara con Bardelli che sull’assist inusuale del proprio portiere Arcuri, supera Mezzanotte con un delizioso pallonetto. Alla ricerca del titolo di capocannoniere del torneo, Bardelli cerca insistentemente la via del gol trovando la seconda rete personale e della partita. Grande azione personale sulla corsia mancina di Borsuk, una volta arrivato sul fondo il centrocampista di Generali scarica il pallone poco fuori area per Bardelli che a botta sicura trafigge Mezzanotte probabilmente coperto dalla numerosa presenza di giocatori in area di rigore. Partita dunque incanalata nei binari giusti da Bardelli per Generali, trovatasi in pochi minuti in vantaggio di due reti. Unione Penalisti però non ci sta, vuole onorare l’impegno e prova a rendersi pericolosa con Emanuele Picotti e Gerunda. Ed è proprio il bomber a far capire che Unione Penalisti c’è e vuole fare sul serio. Pirro dalla sinistra trova Gerunda in posizione offensiva, il quale lascia sul posto un avversario con una finta di corpo e trafigge con cattiveria agonistica Arcuri riaprendo i giochi. Ma a stemperare gli animi ci pensa Amodio pochissimi secondi dopo con una conclusione dalla lunga distanza che con potenza e precisione non lascia scampo a Mezzanotte. Rete che pesa come un macigno per Unione Penalisti e accusando il colpo non riescono a reagire subendo addirittura un’altra rete con Di Lorenzo bravo a coordinarsi nella maniera corretta calciando di prima il pallone servitogli da Morandotti, ultima emozione della prima frazione di gioco. Nella ripresa, Generali riprende da dove aveva lasciato. Due reti nei primissimi minuti di gioco con Cristanziani e Bardelli. Il primo si fa trovare al posto giusto al momento giusto spingendo il pallone in rete da pochi passi, il secondo con una sassata su punizione. Con il risultato in cassaforte, Generali cala di intensità ma Unione Penalisti non riesce a rendersi pericolosa se non con i calci piazzati. In chiusura di gara Bardelli trova le due reti che gli permettono di volare in testa alla classifica cannoniere. Prima intercetta il passaggio in disimpegno di Emanuele Picotti e a tu per tu con l’estremo difensore avversario non sbaglia. Poi da dentro l’area trova la traiettoria vincente nell’angolino basso sull’assist di Di Lorenzo chiudendo la gara sul definitivo uno a otto.

CHIAVE TATTICA

Partita vinta in maniera netta da Generali controllando il match per tutti i cinquanta minuti grazie anche alle motivazioni maggiori e a un Bardelli in stato di grazia il quale ha collezionato ben cinque reti. Unione Penalisti già fuori dei giochi ha provato ad onorare l’impegno ma col passare dei minuti si è arreso sempre più alla maggiore qualità tecnica e di numero di giocatori avversari.