Archivio news 29/09/2020

TEAM POLIZIA, ESORDIO OK

Bain, segnali incoraggianti per il futuro


Team Polizia riparte a sirene spiegate

 

 

Bain & Company – Team Polizia Milano 3-5
 

Reti: Davì (P), Ferraro (P), Poncemi (B), Lanzara (P), Caiazzo (B), Ferraro (P), Bezzi (B), Lo Verso (P)
Ammonito: Poncerni B

 

LA CHIAVE TATTICA

La ripresa del Clausura sembra un film poliziesco: Team Polizia spara, Bain & Company prova a rispondere. I ragazzi del presidente Masciulli si presentano determinati, dopo la lunga sosta forzata, e presentano il distintivo. Dopo l’iniziale affanno, la banda di Poncerni & co. toglie la sicura e torna in partita, lasciando alta la linea della tensione in un thriller che si conclude solo con il fischio finale. Lanzara è fuori controllo, ma Bezzi prova a ripristinare la legge degli azzurri. Alla fine le fiammate di Ferraro sono decisive: a Team Polizia vanno i tre punti, a Bain l’onore delle armi.

 

PAGELLE TEAM POLIZIA MILANO

Montefusco 7 Guida i suoi da dietro infondendo sicurezza.
Lo Verso 7 Libero che detta i tempi, ordinato e sicuro. Permette a Picardi e Backha di alzarsi. Dal dischetto è freddo a insaccare il gol del 5 a 3 che vuol dire sicurezza.
Picardi 7 Roccioso in marcatura e ordinato con la palla tra i piedi. Si scambia con Bakcha e mette in mostra le sue doti tecniche.
Davì 7.5 A sinistra dà quantità e soprattutto qualità, come nel movimento ad accentrarsi con conclude con la rete che apre le danze.
Masciulli 7 Guida i suoi dalla panchina e quando si piazza al centro della difesa non corre pericoli.
Bakcha 7 Metronomo davanti alla difesa e playmaker in fase d’impostazione. È il tuttocampista che fa la differenza per i biancoazzurri. Quando prova la conclusione da fuori crea pericoli. Quando si scambia di ruolo con Picardi il risultato non cambia.
Ferraro 7.5 A destra si fa dare spesso il pallone. Il gol del raddoppio è la fotocopia del primo: Lanzara lo serve, lui ringrazia, si smarca con una finta e insacca. La mossa è collaudata e concede il bis per la doppietta personale. 
Lanzara 8 Si smarca sinuoso tra due e serve Davì per il gol che apre le marcature. Imbecca anche il raddoppio di Ferraro. Tanto lavoro spalle alla porta. Il suo movimento a stringere gli permette di liberarsi spesso alla conclusione, un destro chirurgico vale il meritato gol del 3 A 1. Sfiora il raddoppio sul tap-in, conquista il rigore della sicurezza.

 

PAGELLE BAIN & COMPANY

Fabre 6 Messo spesso alla prova, risponde come può. Viene bucato due volte mentre tenta l’uscita disperata. Superbo a stoppare le conclusioni da fuori di Ferraro & co, si riscatta sulle conclusioni da fuori. Travolge Lanzara causando il rigore che chiude la partita.               
Fratta 6.5 Sorregge il capitano quando si lancia nelle sue scorribande. Lanzara è un cliente scomodo e lui si difende come può.
Poncerni 7 Il capitano prova a difendere Fort Apache nel primo tempo e rimette in carreggiata i suoi con una conclusione a giro da fuori. Ci prende gusto e per poco non concede il bis a più riprese con conclusioni da fuori.
Sordi 6.5 Volenteroso quando entra sulla fascia destra. Tocca tanti palloni ma l’avversario è ostico. Dietro è ordinato nello svolgere il compito assegnato.
Riulfi 6.5 Una bella conclusione da fuori in apertura lambisce il palo e si spegne sul fondo. Ci prova spesso da fuori con conclusioni insidiose. Sfiora il palo in due occasioni, ma la palla non vuole saperne.
Fusco 6.5 Dinamico in mezzo al campo, prova a trasformare la fase difensiva in offensiva con tanta corsa.
Bezzi 7.5 A sinistra, disputa un primo tempo opaco, ma dalla sua corsia passano i maggiori pericoli. Nella ripresa ingaggia un duello al fulmicotone in corsia con Ferraro. Si accende a tratti nella ripresa, come quando trova il gol che riapre la partita sugli sviluppi di un calcio d’angolo.
Caiazzo 7 Terminale offensivo di manovra, vive spalle alla porta per appoggiarsi ai compagni. Poi arriva la palla giusta e lui insacca di testa con un volo d’angelo da attaccante rapace.