Corporate Challenge2018/2019
(Maschile)
Calcio a 7

TORNEO APERTURA

Archivio news 02/02/2019

AZIMUT IN FINALE

Mercoledì sfiderà DAZN


De Meo, leader tecnico
Azimut, sorpresa senza fine

 

Azimut Capital Management SGR – Trenord 3 – 2
Reti:
Pellegrino (T), Gallone (A), De Meo (A), De Meo (A), Curto (T)

Ammoniti: Giampietro (A), De Meo (A), Argenio (A)

 

LA PARTITA
Azimut continua a sorprendere e vola in finale. Un’altra prestazione da squadra solida, matura e intelligente vale l’accesso all’ultimo atto dell’Apertura.
Trenord, invece, gioca sottotono e, nonostante il vantaggio in avvio firmato Pellegrino, spreca una ghiotta opportunità. Basti pensare che i ragazzi di mister Greco giocavano con due risultati su tre a disposizione – andava bene anche il pareggio in virtù del miglior piazzamento in classifica nel regular season.
Azimut gestisce bene il possesso palla e congela i ritmi grazie al trio De Meo-Giampietro-Argenio. I ragazzi di Guglielmino aspettano nel momento giusto per colpire. Nel secondo tempo le ripartenze diventano letali. De Meo si inserisce e realizza la doppietta decisiva.
Nel finale Curto prova a riaprire tutto, ma è troppo tardi. In finale va Azimut, che continua a sorprendere.

 

 

LE PAGELLE

AZIMUT
Colombari 6.5
Compie una parata complicata e partecipa bene al giro palla arretrato.
Giampietro 7 Nella prima parte di gara gestisce bene il possesso, nella seconda è un maestro nella protezione della sfera per far salire i compagni.
Bottoni 7 Baluardo difensivo e factotum. La retroguardia poggia sulle sue spalle.
Argenio 7 Giocatore di un’intelligenza tattica rara.
De Meo 7.5 Metronomo, mediano, incursore e bomber. Serve altro? Il migliore.
Gallone 7 Il suo taglio sul primo pallo rimette in parità il match. Fondamentali.
Ferraro 7 Gioca 7 minuti ma il tempo basta per intravedere la sua qualità. Poi un problema a un dito della mano lo costringe a uscire. Speriamo di vederlo presto in campo.
Miserandino 7 Non sbaglia nulla. Atteggiamento mentale da applausi.
Guglielmino 7.5 È l’allenatore. Guida i suoi dall’inizio alla fine.

TRENORD
Giorgi 6
Non ha colpe sui gol subiti.
Lo Bianco 6.5 Bravo a giocare d’anticipo.
Martina 6 Nel finale aumenta il suo raggio d’azione e aiuta i suoi nel forcing.
Savino 5.5 Prestazione timida e poco incisiva sulla fascia.
Curto 6 Il gol nel finale cancella una prestazione opaca nel mezzo. Perde il duello con De Meo.
Lentini 5.5 Gli manca il guizzo decisivo che spezza la partita.
Pellegrino 6.5 Come sempre è bravissimo nel gioco spalle alla porta. Nel finale prova a cambiare il destino, ma non può nulla.
Foti 6 Quel calcio di punizione sulla traversa avrebbe potuto cambiare la partita.
Flagiello 6 In avvio di secondo tempo è attivo e vivace, ma non trova la via del gol.
All. Greco 5.5 La sua squadra non gioca sui livelli a cui ci ha abituato.